Steering youth away from violence – Harvard, Giorni 3 e 4

 

15 e 16 luglio

Due giornate di conversazione veramente intense. Devo dire che sono rimasto piacevolmente sorpreso da quanto arricchenti siano state le ore spese in quest’occasione, che temevo potesse rimarcare nozioni e pensieri che potessi già conoscere. Invece no, come il primo ospite ha detto: l’esperienza può uccidere i pregiudizi. Era Prasan De Visser, il fondatore della fondazione Global Unites, che coinvolge ragazzi da tutto il mondo, per lo più Africa e Asia, in attività che aiutino a comprendere che i confini sono solo limiti geografici e/o dettati dalla paura.

Abbiamo ragionato sulle motivazioni per cui dei ragazzi possano unirsi in un gruppo terroristico: assenza di modelli da seguire; assenza di un’educazione che sia proficua e che offra opportunità con un futuro produttivo; chiusura culturale nell’accettare le idee altrui, ma la più importante –secondo noi – è l’assenza di una comunità e di una famiglia che permettano di fare esperienza di cosa sia l’amore ed il supporto, la fratellanza.

Sembra retorica, ma non lo è, è la base.

Il Generale nigeriano ha continuato dando una sua visione rispetto all’importanza del networking e del sentirsi utile per la società, di sentirsi parte funzionale e fondamentale, siamo di nuovo qui.

Stiamo cercando di capire come tutti questi pensieri che provengono da esperienze, studi e diversi background, si possano tradurre in atti concreti. Il tema della violenza e dei giovani è trattato e bis-trattato, e di certo non si risolverà mai in una sala ad Harvard. Ma l’utilità e passione che stanno emergendo da questo continuo confronto sono benzina che, se ben canalizzata, può emettere un inquinamento di buone idee e di buone azioni.

Abbiamo tra le altre cose visitato il museo di scienze nella sezione infantile, per affrontare da un punto di vista biologico l’infanzia e i percorsi che ogni bambino deve attraversare. Bellissima anche la visita al miglior centro di ricerca nel mondo, il MIT.

Si continua!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...